Accedi

Accedi al tuo profilo

Nome utente *
Password *
Ricorda il login

Boom di presenze di turisti russi con la Sveti Stefan II


IMG_0023Il Porto di Bari conquista l'attenzione e l'interesse del mercato turistico russo, anche per questa stagione 2011. Le rinnovate prospettive di dialogo interculturale tra Russia e Italia, ed in particolare lo storico legame con la città di San Nicola, oltre alle sempre più ricca attività di promozione della Regione Puglia, consentono di offrire agli operatori l’opportunità di aumentare le quote di incoming grazie a nuovi collegamenti via mare.

Se ne è parlato oggi, in una conferenza stampa, alla quale hanno preso parte Francesco Mariani, presidente dell’Autorità Portuale, Silvia Godelli, Assessore alla Cultura, Mediterraneo e Turismo della Regione Puglia, Alessandro Ambrosi, Presidente CCIAA di Bari, Gianluca Paparesta, Assessore al Marketing del Comune di Bari, Luigi Morfini, Console onorario del Montenegro e rappresentante della Compagnia e Savica Martic, direttore per il Montenegro del Tour Operator R- Tours.

Si stima che oltre 15mila turisti saranno accolti nelle strutture ricettive della regione    nell’arco dell’estate. Di questi, circa 7mila arriveranno a Bari, provenienti dal Montenegro, a bordo della nave da crociera Sveti Stefan II, per un totale di 13 approdi, da giugno a settembre, con cadenza settimanale, ogni martedì. 

Ne deriva un quadro prospero ed interessante anche in proiezione, facendo stimare, a chiusura dell’anno, una crescita dal 40 al 50% e parecchie centinaia di migliaia di euro di indotto, a tutto beneficio del porto e dell’economia cittadina. Una proiezione che si può considerare assolutamente in linea con le tendenze nazionali, secondo cui solo nei primi sei mesi del 2011, grazie anche all’abbandono di mete mediterranee quali Tunisia e Egitto, il flusso turistico dalla Russia verso l’Italia è cresciuto infatti del 50%, consentendo un turismo destagionalizzato che, recentemente ha registrato un incremento dal 20 al 40 per cento.

Secondo quanto emerge dai dati di Global Refund, leader mondiale nel Tax Free shopping, i turisti russi detengono il primo posto nella classifica dei turisti extra UE che fanno shopping in Italia, con una quota di mercato dell'86%.