Accedi

Accedi al tuo profilo

Nome utente *
Password *
Ricorda il login

Dichiarazione del Presidente dell'Autorità Portuale di Bari Francesco Mariani in merito alle scelte della Compagnia MSC

“L’implementazione delle infrastrutture del Porto di Bari è in pieno sviluppo. In anticipo sui tempi di consegna abbiamo avuto, lo scorso anno, il completamento della Darsena di Ponente che ha dotato il porto di due nuove banchine rispettivamente di 300 e 250 mt. lineari. Ciò ha consentito la possibilità di ormeggiare contemporaneamente, grazie anche all’installazione di uno speciale  campo boe oceaniche, fino a tre navi da crociera e tre traghetti da 200 mt. nel complesso Molo di Ridosso, Banchina Deposito Franco e Darsena di Ponente, separando i flussi di traffico passeggeri da quelli merci. E’stato anche grazie a  tale potenziamento che Bari, nel 2009, in un contesto di grave crisi generale è stato in grado di realizzare risultati di traffico più che lusinghieri. Dopo svariati confronti, proprio con la MSC, allo scopo di fornire alle due principali Compagnie di navigazione che scalano Bari, un’omogeneità  qualitativa di servizi a terra, si è assunta la decisione di ristrutturare l’attuale terminal crociere definendo così un assetto stabile delle facilities dedicate al traffico crocieristico anziché procedere alla costruzione di strutture provvisorie che comunque non sarebbero state adeguate al prestigio di una Compagnia quale MSC. La ristrutturazione del Terminal prevederà l’utilizzo di tutti i piani dell’attuale struttura attraverso scale mobili originariamente non previste e la costruzione di un camminamento dotato di nastro scorrevole per collegare la nuova banchina 10 allo stesso Terminal. Per quanto attiene alle navi di classe  “ Fantasia”  già oggi esistono tutte le condizioni perché tali navi possano scalare Bari, anche se fu la stessa compagnia, pochi mesi or sono ad affermare che tali navi non sono schedulate in Adriatico fino al prossimo 2012. Infatti già oggi il porto è in condizione di assicurare presso la banchina 10 fondali di 10,50 mt. necessari per tale classe di nave. Per quanto attiene alla lunghezza della banchina già oggi vengono ormeggiate navi che eccedono di 50 metri la lunghezza della stessa. Qualora l’eccedenza fosse di 80 metri, come sarebbe nel caso della “Fantasia”, si tratterebbe di fare tutte le valutazioni tecniche per garantire la sicurezza dell’ormeggio, in ogni caso l’Autorità è disponibile a predisporre dei “dolphin” di ormeggio per aumentare la sicurezza, la cui installazione, come la Compagnia sa, deve essere resa compatibile con il fatto che lo specchio acqueo di cui parliamo dovrebbe diventare, in tempi brevi, area di dragaggio per la costruzione della colmata di Marisabella. In ogni caso come è sempre stato, data l’attenzione ed il rispetto che una Compagnia come MSC merita, l’AP di Bari è pronta ad un confronto da cui scaturisca  un protocollo di reciproci impegni  in modo da rendere più chiari gli obiettivi comuni perseguiti senza nessun fraintendimento e soprattutto evitando lo spreco di soldi pubblici derivanti da investimenti che potrebbero rivelarsi sbagliati”.