Accedi

Accedi al tuo profilo

Nome utente *
Password *
Ricorda il login

TEN_ECOPORT: l’Autorità Portuale di Bari e l’Istituto “Grimaldi Lombardi” incontrano i veri ECOWARRIORS!

IMG 3200Continuano le attività dell’Autorità Portuale di Bari per la creazione del videogioco ECOWARRIORS legato al progetto TEN_ECOPORT, finanziato dal Programma Comunitario  South East Europe 2007-2013.
La mattina del 28 gennaio scorso presso la Scuola Grimaldi di Bari si è svolto un interessante incontro tra il Direttore dell’Ufficio delle Dogane di Bari Dott.Tommaso Musio ed il Comandante del 1° Nucleo della Guardia di Finanza di Bari Cap.Giuseppe Romanazzi, con i ragazzi della scuola impegnati a scrivere la trama del nuovo episodio del gioco, sotto la guida attenta della Dirigente Scolastica Prof.ssa Antonella Iacobone.
Il Direttore Musio ha spiegato ai ragazzi quali sono i compiti che la Dogana assolve all’interno del porto e le finalità per cui questi sono svolti. Un po’ come gli ECOWARRIORS i doganieri cercano di bloccare i carichi illegali attraverso una serie di controlli sia all’imbarco che allo sbarco dalle navi.
Attraverso una selezione di immagini sono stati fatti vedere ai bambini alcune tipologie di rifiuti sequestrati in porto attraverso l’attività dei doganieri e dei finanzieri. Tra questi: rottami ferrosi, plastica impregnata di sostanze nocive, batterie d’auto, indumenti usati, carta, filtri di condizionatori e pneumatici. E’ stato chiarito che una volta sequestrati i rifiuti vengono immessi nel ciclo legale di smaltimento. E’ stato anche illustrato il funzionamento di un apparato scanner che viene usato per controllare i mezzi e che, spesso, oltre al traffico illecito di rifiuti consente di intercettare anche il traffico di clandestini.
Botta e risposta anche tra i ragazzi ed il Comandante Romanazzi, che supporta con i militari del suo nucleo l’Agenzia delle Dogane nei controlli.  Qual è il flusso dei trasporti illegali? Quali sono i Paesi coinvolti e con quali si collabora? E’ necessario tracciare il flusso dei rifiuti? Come vengono eseguiti i controlli? Attraverso quali armi si combatte il traffico illecito di rifiuti?  Che strumenti si usano per individuare i rifiuti all’interno di un camion?
Il vero ECOWARRIOR combatte anche attraverso conti, analisi, applicazione delle leggi e l’uso di tecnologia avanzata e questo, ai ragazzi, è risultato ben chiaro e……….., se poi sulle uniformi ci sono anche tante medaglie, gli Ecowarriors diventano ancora più affascinanti!!!!!