Accedi

Accedi al tuo profilo

Nome utente *
Password *
Ricorda il login

News e comunicati

ADB2.0 – prosegue l’attività di progetto con il seminario a cura del Prof. Sergio Bologna, esperto del settore dei trasporti.

Nella giornata di venerdì 21 marzo, presso la Sala del Comitato portuale si è tenuto il seminario dal titolo “Servizi di trasporto e domanda di trasporto: i rapporti tra il sistema produttivo, la finanza ed il sistema dei trasporti” a cura del Prof. Sergio Bologna, esperto dei trasporti di fama internazionale e autore del saggio “Banche e crisi. Dal petrolio al container”, edito da DeriveApprodi, nel settembre 2013. 

Il seminario si inserisce nell’ambito dell’ attività di supporto al progetto SEE- ADB Multiplatform denominata  “ADB model of Multimodal Development Centres” e si sviluppa, tra le altre,  attraverso una serie di incontri formativi ed informativi con il personale dipendente e con le imprese portuali, dei trasporti e della logistica.

Il Piano Formativo ed informativo denominato ADB2.0 si muove, infatti,  lungo un percorso caratterizzato da workshop svolti con esperti scientifici e tecnici a livello nazionale ed internazionale, in corso di svolgimento dal  dicembre 2013 al maggio 2014, articolato in workshop, lezioni frontali e casi pratici per dipendenti dell’APL e per le imprese del settore della logistica dei trasporti.  L’obiettivo è quello di realizzare un percorso virtuoso che avvicini, innanzitutto le istituzioni alle imprese e che viceversa agevoli lo sviluppo del network per la promozione della multimodalità, prevedendo innanzitutto la conoscenza e la circolazione delle informazioni tra il personale dipendente dell’APL e le imprese.

Nel corso degli incontri seminariali fin qui svoltisi sono stati trattati i temi inerenti le procedure doganali (e-customs), le merci pericolose e l’interoperabilità dei sistemi nave-strada-ferro, Logistica e Logistica avanzata, oltreché le tematiche attinenti la multimodalità, PCS e Demanio Marittimo. Oggetto di trattazione dei prossimi incontri saranno i Porti e Reti TEN-T, Mobilità e Trasporto Sostenibile. Economia dei Trasporti, Analisi comparata dei sistemi portuali, Progettazione Europea e Governance delle Autorità Portuali.

 

APULIAN PORTS AL SEATRADE CRUISE SHIPPING DI MIAMI

Gli scali portuali pugliesi in vetrina alla fiera mondiale  delle crociere

In occasione del 30° anniversario del Seatrade Cruise and Shipping Convention, svoltosi presso il Convention Center di Miami (FL), i tre porti pugliesi di Bari, Brindisi e Taranto hanno inteso rinnovare la loro partecipazione alla collettiva italiana delle crociere sotto la sigla di APP – Apulian Ports. In una superficie espositiva particolarmente suggestiva, gli scali portuali hanno messo in vetrina le eccellenze della regione Puglia, presentando alla stampa internazionale e agli operatori del settore, servizi e infrastrutture dei tre scali. Anche quest’anno la Regione Puglia, con l’assessorato al Turismo, ha confermato la propria presenza istituzionale con il marchio “ViaggiareinPuglia”.

 

Allegati:
Scarica questo file (c s  APP-Apulian Ports.pdf)c s APP-Apulian Ports.pdf[ ]210 kB

INFRASTRUTTURE DI TRASPORTO IN PUGLIA: UN’ OPPORTUNITA' PER L’EUROPA

Bari, Martedì 18 Marzo ore 10.00- 13-15

Sala Convegni Confindustria Bari-Bat- Via Amendola 172/5 Bari

 

Un’adeguata strategia diretta ad aumentare la competitività delle nostre infrastrutture rappresenta uno degli asset che garantisce efficacia ai processi di internazionalizzazione delle imprese e accessibilità ai siti turistici e,quindi, un miglioramento dello sviluppo del territorio. Confindustria Bari-BAT e Confindustria Brindisi, unite in un patto federativo, organizzano un confronto con i maggiori attori operanti nel comparto logistico e non solo, per individuare soluzioni condivise al fine migliorale l’integrazione della Puglia nelle reti di trasporto europee.

I Presidenti delle Autorità Portuali di Igoumenitsa, Patrasso, Corfu e del Levante si incontrano a Bari per l’uniformazione dei sistemi informatici di controllo di passeggeri e mezzi

Greece - Italy LogoNell’ambito del Programma di Iniziativa Comunitaria E.T.C.P. Grecia-Italia 2007/2013, il 16 Gennaio 2014 alle h 10:45, presso la sede dell’Autorità Portuale di Bari in P.le Cristoforo Colombo 1, si terrà il primo meeting tecnico ufficiale del progetto strategico ARGES (pAssengeRs and loGistics information Exchange System) che prevede una due giorni di lavoro molto intensa.

L’Autorità Portuale del Levante è partner del progetto assieme alla Regione Epiro, che è il Lead Partner, alle Autorità Portuali di Igoumenitsa, Patrasso e Corfù, al CTI-Computer Technology Institute and Press ‘Diophantus’, al Politecnico di Bari, alla Provincia BAT, al Centro Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici ed al Comando Generale delle Capitanerie di Porto Italiane.

Questo evento rientra in un progetto di cooperazione attraverso il quale le Autorità Portuali coinvolte  uniformeranno e potenzieranno i loro Port Community Systems (PCS) partendo dalle attività svolte nell’ambito del progetto GAIA che hanno già consentito la creazione del nucleo principale del nodo informativo  transfrontaliero.

Leggi tutto...

Colmata di Marisabella, quasi ultimati i lavori di preparazione del cantiere

Porto di BariLa colmata nell'area Pizzoli-Marisabella è un'opera prevista nel Piano Regolatore Portuale, sin dal 1963, e i lavori per la sua realizzazione sono stati avviati nei primi anni novanta dal Ministero delle Infrastrutture; purtroppo poco dopo il loro avvio i lavori furono interrotti per il fallimento di una delle imprese appaltatrici ed il Ministero fu costretto a procedere con la rescissione del contratto di appalto e la chiusura del cantiere.

Per completare l'opera restano ancora da realizzare circa 300.000 metri quadrati di piazzali, il dragaggio dei fondali e soprattutto la costruzione di circa 1300 m di banchine, con pescaggi variabili tra 6 e 12 m, che consentiranno di dare piena operatività anche alle opere giá realizzate. La colmata sará realizzata al 90% con la roccia proveniente dal dragaggio dei fondali e consisterá in una specie di isola, collegata in alcuni punti alla terraferma, per effetto della realizzazione di un canale a cielo aperto di separazione con il lungomare direttamente collegato al mare.

Leggi tutto...