Accedi

Accedi al tuo profilo

Nome utente *
Password *
Ricorda il login

News e comunicati

GLI STUDENTI DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO GRIMALDI-LOMBARDI DI BARI VISITANO COSTA MAGICA NEL PORTO DI BARI, ALLA SCOPERTA DI COME LA NAVE GESTISCE I RIFIUTI A BORDO

TEN ECOPORT visita Costa Magica

Quarantacinque studenti della prima classe della Scuola Secondaria di primo grado dell’Istituto Grimaldi- Lombardi di Bari, guidati dalla Dirigente Scolastica Dott.sa Antonella Iacobone, hanno visitato la nave COSTA MAGICA, ormeggiata nel Porto di Bari nell’ambito delle attività previste dal  progetto TEN_ECOPORT attuato dall’Autorità Portuale del Levante e finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Programma South East Europe.

Il progetto TEN_ECOPORT ha come obiettivo principale  per l’Autorità Portuale quello di sostenere lo sviluppo di politiche ambientali nella gestione portuale promuovendo, fra l’altro, il ricorso alla raccolta differenziata dei rifiuti ed individuando nuovi strumenti di comunicazione per la sensibilizzazione dei passeggeri in transito nei porti e delle imprese ed operatori portuali. A giorni sarà presentato un nuovo episodio di un videogioco della serie “ECOWARRIORS - I paladini dell’ambiente”, ambientato nel Porto di Bari, che è stato completamente ideato dai ragazzi della scuola e che consentirà, giocando, di educare al rispetto dell’ambiente lottando contro le ecomafie  che vogliono inquinare il mare.

Fra le attività di progetto collegate non poteva mancare la visita al Porto di Bari, per vedere all’opera dal vivo i militari della Guardia di Finanza e gli operatori della Dogana impegnati nel contrasto al traffico illecito di rifiuti, e quella bordo di una grande nave passeggeri per conoscere il sistema di gestione dei rifiuti in quella che, a tutti gli effetti, è una piccola città galleggiante.

Leggi tutto...

Approdata nel Porto di Bari la nave Mein Schiff 2 di TUI Cruises L'unità, che trasporta duemila passeggeri, effettuerà 12 scali da maggio ad ottobre

meinschiff2E’ approdata stamattina, nel porto di Bari, la prestigiosa nave da crociera Mein Schiff 2, della compagnia TUI Cruises, joint venture tra la tedesca TUI e l'americana Royal Caribbean Cruises, proveniente da Kotor e diretta a Corfù, con un itinerario crocieristico settimanale nell'Adriatico, con partenza da Malta (Valletta) e toccate a Dubrovnik, Kotor, Bari e Corfù. La nave, che batte bandiera maltese, effettuerà toccate bisettimanali a Bari, dal 23 maggio al 10 ottobre 2013, nella giornata del giovedì. I passeggeri potranno godere di un itinerario assolutamente insolito lungo l’Adriatico, con partenza da Malta e non da Venezia e soste più lunghe nei porti di toccata.

La Mein Schiff 2, che è lunga 262,5 metri e può ospitare circa 2000 passeggeri in 956 cabine (di cui 652 esterne) e circa 780 membri dell'equipaggio, è dotata di 9 tra ristoranti e bistrò e 12 bar lounge, oltre a numerose attrazioni, tra cui tre piscine, un casinò, area shopping duty-free, una Spa dedicata al benessere degli ospiti.

«Si tratta - ha rilevato il presidente dell'Autorità Portuale del Levante, Francesco Mariani - di un'ulteriore conferma per il porto di Bari che con l'arrivo della Mein Shiff 2 può vantare un nuovo e prestigioso cliente, con un target di passeggeri medio alto, in gran parte di nazionalità tedesca, e un'ottima capacità di spesa, che farà di sicuro contenti i commercianti baresi».

Leggi tutto...

Presentato il nuovo servizio di accoglienza dedicato ai passeggeri MSC Crociere

 

Si è tenuta lo scorso 20 maggio, presso gli storici locali del Circolo della Vela di Bari, la conferenza stampa di presentazione del nuovo servizio di accoglienza dedicati ai crocieristi di MSC Crociere. Ad illustrare i dettagli c’erano il Presidente dell’Autorità Portuale del Levante Francesco Mariani, il Presidente del Circolo della Vela Simonetta Lorusso e l’Area Manager MSC Crociere Beppe Lupelli.

Grazie a questo nuovo servizio, durante gli scali di Bari delle navi della Compagnia, tutti i passeggeri vengono accolti negli eleganti e confortevoli locali del Circolo, con standard di ospitalità in linea con gli elevati servizi offerti da MSC Crociere a bordo delle proprie navi.

E’ la prima volta che un manufatto storico - le vecchie stalle del Molo Borbonico - funzionalmente e finemente recuperate, vengono adibite a struttura di accoglienza a servizio del traffico crocieristico.

Allegati:
Scarica questo file (Circolo della vela Bari_20_05_2013.pdf)Comunicato stampa[ ]55 kB

Leggi tutto...

I porti di Bari, Barletta e Monopoli si fermano per commemorare le vittime di Genova

bandiera mezz asta

 

La Comunità portuale dei Porti di Bari, Barletta e Monopoli, domani 15 maggio 2013 alle ore 12.00, si unirà in un minuto di raccoglimento per commemorare le vittime dell’incidente avvenuto durante la notte dello scorso 7 maggio nel Porto di Genova

Riflessioni del Segretario Generale Mario Sommariva su alcune criticità del sistema portuale italiano


Segretario Generale Mario Sommariva ed il Comandante della Msc Divina

L’articolo di Pietro Spirito, pubblicato nel numero 7 di Port News contiene molti stimoli di rara intelligenza e privi di ogni conformismo. Vorrei pertanto abbozzare alcune riflessioni, sulla falsariga delle argomentazioni tratteggiate dal Prof. Spirito nell’auspicio che, le sofferenze prolungate e conclamate da parte di chi, a vario titolo e per svariate funzioni, opera nel campo della logistica e della portualità, trovino, prima o poi, orecchie disponibili all’ascolto e volontà politiche conseguenti. Infatti, indipendentemente dall’opinione politica di ciascuno, ovvero dall’attività e dal settore nel quale si opera, credo ci possa essere una larga convergenza sull’idea che, nel nostro paese, la politica dei trasporti si è interrotta alle soglie degli anni 99’-2000. Le ultime iniziative, efficaci o meno, che guardavano in  modo organico sia ai servizi che alle politiche infrastrutturali risalgano infatti all’epoca del primo Governo Prodi. Dopo quella stagione politica abbiamo avuto interventi mirati alle sole grandi opere, pur nel lodevole intento di semplificare le procedure ( legge Obiettivo ) e poi molti interventi sporadici per lo più volti a placare le periodiche rivolte degli autotrasportatori.  Per il resto molto tempo è stato consumato nel fare e disfare una ridondante tela di Penelope di atti di pianificazione generale ( Piano della logistica, Piano della mobilità etc. ) che, sostanzialmente, sono serviti rinviare scelte  legislative piuttosto che costituire una cornice di pianificazione che tali scelte  indirizzasse e favorisse. Per quasi tre lustri l’azione politica in materia di trasporti è stata sostanzialmente assente. Nel migliore dei casi ci si è limitati ad individuare i problemi senza adottare soluzioni mentre nella generalità delle situazioni si è proprio sbagliato nell’individuare il problema. Uno degli errori più seri è stato quello, rilevato dal prof. Spirito, di ritenere che alla base del deficit di qualità nell’organizzazione dei servizi di trasporto e di logistica ci fosse un gap infrastrutturale da colmare con un piano di grandi opere. Sono oggi molte, più che nel passato, le voci che invitano invece a concentrare l’attenzione sull’insieme di quei fattori, talvolta squisitamente normativi o dipendenti da mere inefficienze ed inadeguatezze delle amministrazioni pubbliche o anche dei privati che comportano un funzionamento deficitario del nostro sistema logistico. Da questo punto di vista la crisi può rappresentare una grande occasione di cambiamento. Non possiamo non vedere che il nostro modello di sviluppo è stato scosso alle fondamenta e che quindi è difficile ipotizzare, almeno nel breve periodo, una ripresa dei volumi di traffico che abbiamo conosciuto fino al 2007.

Leggi tutto...